I minatori Bitcoin in Venezuela aspettano un nuovo ‚prezzo equo‘ per l’elettricità

In un paese con elettricità quasi gratuita, quanto saranno interessanti le nuove tariffe?

In breve

L’ente regolatore di crittografia del Venezuela e il ministero dell’elettricità hanno firmato un accordo legale.
L’accordo è quello di stabilire le tariffe elettriche per i minatori criptoelettrici e di modificare il processo di licenza.
Non è chiaro se le tariffe elettriche saliranno o scenderanno.

A settembre, il Venezuela ha imposto a tutti i minatori Bitcoin e di criptovalute di entrare a far parte di un pool nazionale. Tutti i guadagni sarebbero stati regolati dallo stato e divisi tra i minatori.

Ora, il Venezuela vuole cambiare le tariffe dell’elettricità.

La Sovraintendenza Nazionale del Venezuela per i beni crittografici e le attività correlate (SUNACRIP), l’organismo di regolamentazione per la crittovaluta, e il Ministero del Potere Popolare per l’Energia Elettrica, che stabilisce la politica elettrica pubblica, hanno firmato ieri un accordo legale per promuovere e organizzare l’attività mineraria crittografica nella nazione.

La nuova legge venezuelana sulla Bitcoin espone i minatori alle sanzioni degli Stati Uniti

„Come ci ha incaricato il Presidente Nicolas Maduro, abbiamo firmato l’Accordo quadro di cooperazione interistituzionale per continuare a rafforzare le politiche statali che permettono lo sviluppo dell’estrazione digitale di crittografia e la conservazione della fornitura di energia elettrica in Venezuela“, ha detto Nestor Reverol sul suo conto Instagram. „Stabiliremo anche prezzi equi per il settore minerario industriale, che permetteranno lo sviluppo e il miglioramento della fornitura di servizi“.

Ma non si sa cosa ci sia esattamente in quel documento – e se i prezzi scenderanno (per attirare la gente nell’industria) o saliranno (per estrarre un po‘ di ricchezza da un settore ad alta intensità di risorse).

Quello che sappiamo dai commenti del ministro è che l’accordo modificherebbe le tariffe elettriche per i minatori e altererebbe il processo di concessione delle licenze per i minatori.

  • BTC
  • +13.79% $18529.12
  • 24H7D1M1YMax
  • Novembre 12Nov 16Nov 16Nov 20Nov 24Nov 28Dec 2Dec 6Dec 10150001600017000170001800018000190002000000
  • Prezzo BTC

In Venezuela, l’industria mineraria Bitcoin è già più regolamentata di quanto non lo sia nella maggior parte dei paesi. In primo luogo, i minatori devono essere registrati in un censimento ufficiale. In secondo luogo, l’estrazione di cripto-minerali è ufficialmente un’attività tassabile. In terzo luogo, i minatori sono tenuti per legge ad aderire ad un pool nazionale controllato dallo Stato.

Nonostante i regolamenti, tuttavia, c’è ancora un po‘ di confusione tra le forze dell’ordine e gli altri enti governativi sullo stato delle miniere di crittografia. Il nuovo ordine è in parte volto a chiarire le cose.

L’idea di ordinare e promuovere l’attività mineraria suona bene in teoria. Ma la speculazione su ciò che le autorità faranno effettivamente è viva nei social network e nei circoli di crittografia.

Il capo della SUNACRIP, Joselit Ramirez, ha assicurato ai venezuelani che la tariffa sarebbe stata „attraente“ per coloro che sono coinvolti nell’attività, il che potrebbe implicare uno sforzo per proporre tariffe basse o almeno una situazione migliore per i minatori.

Carlos Díaz, un minatore indipendente (il che significa che non è registrato presso il governo) che vive a Puerto Ordaz, non è così sicuro.

Create la vostra NFT personalizzata, unica al 100%, per i vostri amici e familiari, o tenetela per voi. Se state cercando il regalo di Natale perfetto, non cercate oltre.

„Il governo parla di stabilire un prezzo equo per l’elettricità. Ma in Venezuela, dove l’energia è quasi gratuita, questo può essere un modo per dire che aumenteranno i prezzi“, ha detto Díaz a Decrypt. „Tuttavia, questo è il Venezuela, dove tutto può accadere“, ha detto, notando la propensione del governo ad ordinare riduzioni di prezzo forzate su prodotti e servizi.

Per quanto riguarda le modifiche al processo di concessione delle licenze, ciò si riferisce probabilmente agli sforzi per evitare di sovraccaricare la rete elettrica nelle aree residenziali. Ma Juan Blanco, CEO di BitData, ha detto a Decrypt che i minatori non sono da biasimare. Invece, la mancanza di investimenti statali in infrastrutture e di sostegno alle imprese ha alterato il panorama economico. „Molte aziende hanno chiuso qui“, ha detto, „e i minatori hanno approfittato di questa disponibilità di elettricità“.

Il Venezuela ha il secondo più alto volume di scambi commerciali su Localbitcoins. Secondo Ciphertrace, è anche leader mondiale in termini di adozione di valute crittografiche.

Le regolamentazioni e le variazioni di prezzo potrebbero o basarsi su questo o soffocarlo.